All for Joomla All for Webmasters
Loading...
Benefici Testati e Brevettati

Benefici Testati e Brevettati

4 Dic 2015
0

UN PO' DI SCENZA PER DIMOSTRARNE L'EFFICACIA

Per parlare di Kristal Med bisogna parlare prima di tutto della componente basilare di questo prodotto. In realtà trattasi di una formula bio-chimica, ovviamente segreta , di un composto di minerali ionici a struttura tetraedica che hanno una caratteristica fisica fondamentale: colpiti da fotoni iniziano un processo replicativo e massivo, grazie proprio alle combinazioni ioniche presenti, che, scientificamente testato dal CNR, si svolge sulla stessa lunghezza d’onda dei fotoni riceventi. In pratica i raggi FIR emessi dal corpo umano si muovono su una lunghezza d’onda infrarossa dai 6,5 ai 9,5 micron e queste molecole biochimiche, una volta colpite dai fotoni dei fir umani replicano una risposta massiva di fotoni sulla medesima lunghezza d’onda. Questo in fisica quantistica avviene perché i fotoni nel colpire un elettrone generano un salto quantico, “spostando” l’elettrone su un orbitale di maggior energia. Tale spostamento risulta però solo temporaneo, perché l’elettrone tende a rilasciare il fotone e a recuperare lo status quo. In una struttura tetraedica per di più ionica, lo scambio iniziale produce un effetto moltiplicativo sugli ioni che tendono ad occupare posizioni atomiche lasciate vaganti da altri ioni. Le loro “oscillazioni” di posizione determinano emissioni di fotoni in larga scala rispetto al movimento iniziale. Quindi possiamo scientificamente ( e soprattutto a livello  documentale ) affermare che la struttura molecolare scoperta, ha una reazione fotonica su banda umana, una volta colpita da raggi infrarossi prodotti dagli esseri viventi. Come tutti ben sappiamo il processo di glicolisi ( o ciclo di kreps ) è il processo basilare di scissione del glucosio e nella sua terza fase ( cresta interna del mitocondro ) l’alternarsi dello spostamento di elettroni ( processo di traslazione ) tra le molecole FADH2 e NADH2 da una parte della cresta mitocondriale, e lo ione H+ dall’altra, genera emissione fotonica. Tale emissione determina un costante processo di polarizzazione molecolare della membrana fosfolipidica cellulare, che aiuta fin dalla generazione  cellulare l’osmosi stessa di ogni cellula. Dal momento che ogni essere umano emette una frequenza FIR specifica in tale processo, è logico dedurre che ogni cellula viene polarizzata a livello quantistico da una specifica frequenza d’onda. La polarizzazione quantistica è un sistema diverso dalla polarizzazione chimica. La seconda la si ottiene in una cellula principalmente grazie alla pompa ionica sodio-potassio e alla costruzione molecolare di proteine o macromolecole con valenza negativa, tant’è che il potenziale a riposo cellulare è valutato intorno ai -70ev. La prima invece la si ottiene grazie allo spostamento degli orbitali degli elettroni, nella fase di assorbimento fotonico. Entrambe però contribuiscono al corretto funzionamento dell’osmosi cellulare, che è fondamentale per gli scambi biochimici. Come la medicina c’insegna è proprio quando tali scambi subiscono processi degenerativi o “ bloccanti “ che si generano problemi gravi a livello cellullare e poi di conseguenza a livello più macro, come per esempio nel dolore cronico o nei dolori d’intensità sovrapposta. In tali casi lo ione ca2+ è precursore di un processo che porta alla depolarizzazione della membrana della sinapsi neuronale, impedendole il processo di ricaptazione dei neurotrasmettitori in eccesso rilasciati dopo il regolare segnale chimico dalla fusione delle vescicole che li contengono con la membrana sinaptica. Questo determina un segnale costante o rinforzato anche laddove il segnale sarebbe in realtà carente o insignificante proprio a causa del legame impropio tra i neurotrasmettitori in eccesso e i ricettori sinaptici del neurone ricevente. Fino ad oggi abbiamo ottemperato a questo problema con azioni chimiche ( molecole capaci o di associarsi ai neurotrasmettitori e scinderli o molecole capaci di bloccare i ricettori sinaptici ) Purtroppo come ben sappiamo le molecole non hanno un indirizzo localizzato ma agiscono su tutto l’organismo andando a colpire non solo le zone dove il problema si è verificato ma anche larga parte dell’organismo dove il problema non esiste e quindi generando le famose controindicazioni rilevabili dai bugiardini dei farmaci. La scoperta rivoluzionaria si basa sulla sostituzione della fisica quantistica alla biochimica nella soluzione di queste e di altre tipologie di malfunzionamento cellulare. Grazie alla struttura molecolare scoperta, il prodotto riesce a ripolarizzare le membrane sinaptiche depolarizzate e a rimettere in moto il regolare processo di rikapturazione dei neurotrasmettitori. Come abbiamo infatti precedentemente spiegato la polarizzazione delle molecole può essere chimica ma anche fisica , perché in sostanza ogni molecola è formata da atomi e ogni atomo ha elettroni che hanno precisi orbitali che determinano la polarità o meno dell’atomo a secondo della loro distanza e omogeneità di percorrenza rispetto al nucleo centrale. Non c’è dunque da stupirsi se a pochi giorni di distanza ( a volte a sole poche ore di distanza ) dall’applicazione di questo prodotto alle parti del corpo o a tutto il corpo stesso dell’individuo, i dolori svaniscono come per incanto. Nella realtà scientifica trattasi solo di un sistema personalizzato e potentissimo ( perché effettuato sulla lunghezza d’onda specifica del paziente e altamente potenziata ) della stessa applicazione che si fa in ospedale con le cure a infrarossi per problemi infiammatori o per traumi. La fisica quantistica ( conosciuta come abbiamo detto, sotto forma di  applicazioni di onde ) è già usata in medicina da anni ma i risultati stravolgenti di questo prodotto sono determinati da due caratteristiche fino ad oggi avulse dalla medicina tradizionale:

1. la stessa lunghezza d’onda dell’individuo ( ossia un processo diretto personalizzato )
2. valenza di massa critica capace di generare le quantità necessarie alla reale soluzione del problema.


I risultati su decine di migliaia di casi sono eclatanti. Attualmente questo prodotto è in uso in europa su centinaia di migliaia di persone da tre anni. Non esiste alcuna controindicazione perché la polarizzazione cellulare è un fattore naturale dell’organismo, ( anzi sappiamo benissimo che quando il potenziale elettrico cellulare a riposo
scende pericolosamente da -70ev a-40ev o meno la cellula la si considera malata o terminale ) infatti la polarizzazione è fondamentale per i processi di osmosi (in tutte le cellule ) e di ricaptazione dei neurotrasmettitori ( nei neuroni ).